Buona avventura, Jasmine, volontaria belga a Sanganigwa

Buona avventura, Jasmine, volontaria belga a Sanganigwa
5 Marzo 2018 Redazione

E’ già passato un mese dall’arrivo di Jasmine Duroi a Sanganigwa a fine gennaio scorso. Jasmine è una studentessa belga che ha scelto l’orfanotrofio di Kigoma per il suo tirocinio di 18 settimane nell’ambito del suo corso di laurea. Il JGI Italia è stato lieto di poterle offrire questa possibilità e ha firmato un accordo con il Karel de Grote University College, Catholic University di Antwerp.

Jasmine è laureata in scienze sociali, con una magistrale in assistenza a giovani e disabili e si sta specializzando in criminologia (società e giustizia) ed ha alcune esperienze di volontariato in Belgio nell’insegnamento e nella cura di bambini disabili.

Con la guida e la supervisione del sociologo coordinatore dell’orfanotrofio, Jasmine ha preparato il suo programma di lavoro che la vede impegnata tutte le mattine presso l’ente locale governativo per l’assistenza a famiglie con bambini disabili o problematici, durante i pomeriggi si dedica ai bambini di Sanganigwa, al loro ritorno da scuola, aiutando le “mama” delle case famiglia.

In particolare, Jasmine si prende cura dei bambini che hanno bisogno di esser seguiti nello studio, li impegna nelle loro ore libere con giochi e attività sportive, e ha anche il compito di accompagnare all’ospedale per regolari sedute settimanali di fisioterapia la piccola Neema che ha problemi congeniti ad un piede e conseguenti difficoltà di postura, nonostante che, non appena arrivata a Sanganigwa da piccola, il JGI Italia l’abbia fatta operare in un ospedale specializzato di Dar Es Salaam sia stata anche operata da piccola.

Buona avventura, Jasmine, e buon lavoro!