Per il tuo 5x1000... IL NOSTRO CODICE FISCALE: 93051410756

Aperitivo al Museo con la Guida “Scimmie come Noi”

Aperitivo al Museo con la Guida “Scimmie come Noi”
8 giugno 2018 Redazione

Giovedi 14 giugno alle ore 18.00 al Museo di Zoologia di Roma:
Aperitivo al Museo con la presentazione del libro “Scimmie come Noi – conoscere per salvare”, la prima guida sulle scimmie antropomorfe presenti nelle le strutture zoologiche italiane.

È per giovedi 14 giugno alle ore 18.00 al Museo di Zoologia di Roma l’appuntamento con Daniela De Donno ed Elettra D’Amico che, durante un Aperitivo al Museo, presenteranno la prima Guida alle Grandi Scimmie presenti nelle Strutture Italiane, di cui sono coautrici.

L’opera, a carattere divulgativo, è una fotografia delle scimmie antropomorfe e della loro presenza nelle strutture sul territorio italiano. Quali specie sono comunemente classificate come grandi scimmie antropomorfe? Quanto è il rischio di estinzione di questi primati e quali sono le principali minacce alla loro sopravvivenza? Qual è il ruolo del Jane Goodall Institute per la loro tutela?

Sono solo alcune delle numerose domande a cui la Guida risponde, con interventi approfonditi e dettagliati sullo stato di conservazione dei primati in Europa e nel mondo affrontati con il contributo di autori prestigiosi del panorama della primatologia e della conservazione. Ampio spazio è dedicato anche allo sfruttamento dei primati in cattività, alla grave minaccia rappresentata dal loro traffico illegale e all’opera delle autorità per fermare questo crimine, e al dramma dell’uso dei primati nella sperimentazione animale e nell’industria dello spettacolo.

La Guida passa poi a presentarci una per una le grandi scimmie che si trovano nei Parchi italiani: ci sono, tra gli altri, Bingo e Susy al Bioparco di Roma, Davidino e Tommy al Parco Natura Viva di Bussolengo, Funny e Peggy al Safari Ravenna. Così il lettore, scorrendo le pagine del libro, conosce tutti gli scimpanzè, gli oranghi e i gorilla che vivono in cattività in Italia

La pubblicazione arriva in occasione dei 40 anni di attività del Jane Goodall Institute, fondato nel 1977 dalla scienziata Jane Goodall, Messaggero di Pace ONU. Ed è proprio Jane Goodall l’autrice della prefazione del libro, che prosegue con un messaggio di Douglas Cress, coordinatore del Segretariato del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente GRASP – Great Apes Survival Partnership – finalizzato a garantire la sopravvivenza a lungo termine di scimpanzé, gorilla, bonobo, e oranghi e dei loro habitat naturali in Africa e in Asia.

L’evento del JGI Italia al Museo di Zoologia di Roma è inserito nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018, una iniziativa di sensibilizzazione e di elaborazione culturale e politica diffusa su tutto il territorio nazionale e giunta alla sua seconda edizione, promossa dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS). Il festival, con i suoi numerosi eventi su tutto il territorio nazionale in programma dal 22 maggio al prossimo 13 giugno, pone l’attenzione sulle tematiche definite nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un grande programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità, che ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030. L’agenda è stata sottoscritta nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU.

Il Festival risponde alla necessità sempre maggiore di sensibilizzare e coinvolgere fasce sempre più ampie di popolazione sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, affinché non solo gli addetti ai lavori possano promuovere un cambiamento culturale e di nuovi comportamenti individuali e collettivi ma venga anche stimolata una richiesta “dal basso” in grado di vincolare la leadership del Paese al rispetto degli impegni presi in sede Onu.

Per saperne di più sul Festival clicca qui
Leggi il comunicato stampa del Festival