Per il tuo 5x1000... IL NOSTRO CODICE FISCALE: 93051410756

GOMBE è Riserva UNESCO

GOMBE è Riserva UNESCO
22 agosto 2018 jgiitalia

La Regione resa celebre dall’opera di ricerca e conservazione di Jane Goodall nominata Riserva della biosfera dall’UNESCO.

Area riconosciuta per gli sforzi di conservazione della biodiversità e lo sviluppo sostenibile.

L’ecosistema di Gombe Masito Ugalla è stato designato come Riserva ufficiale della biosfera dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per la Scienza e la Cultura (UNESCO). Queste riserve conciliano la conservazione della biodiversità con l’attività umana attraverso l’uso di risorse naturali sostenibili. Questa designazione è il primo riconoscimento internazionale di Gombe da quando il governo della Tanzania ha conferito lo status di parco nazionale nel 1968 a quello che ora è il Parco Nazionale di Gombe Stream.  La dott.ssa Jane Goodall, Dama Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico, fondatrice del Jane Goodall Institute e Messaggero delle Nazioni Unite per la Pace, ha commentato la notizia dicendo:

“È una notizia meravigliosa. Spero che ciò porterà ad un maggiore  riconoscimento di un’area veramente unica che ospita quasi tutta la popolazione di scimpanzé della Tanzania, nonché molti altri animali e il loro habitat. Si spera che questo ulteriore riconoscimento sulla sua importanza attrarrà più fondi per migliorare gli sforzi di conservazione e la vita delle comunità locali, apportando così nuovi sostenitori della conservazione”.

Gombe, l’area che è stata cruciale per la conservazione degli scimpanzé per quasi sei decenni, è stato protetto da una rete di partner guidati dal Jane Goodall Institute applicando la metodologia caratteristica dell’organizzazione di conservazione centrata sul coinvolgimento della comunità, avviata nella regione quasi trent’anni fa.

 “Conservare la biodiversità e la gestione delle risorse naturali in questi ecosistemi è un prerequisito per lo sviluppo sostenibile”

ha dichiarato il Direttore Generale dell’UNESCO Audrey Azoulay.  Operando in collaborazione con i 72 villaggi che circondano il Parco nazionale di Gombe, i programmi dell’Istituto Jane Goodall hanno promosso la conservazione degli habitat e delle specie introducendo la pianificazione dell’uso del suolo, la gestione forestale condivisa, mezzi di sostentamento basati sull’uso sostenibile delle risorse naturali, l’educazione ambientale e campagne di sensibilizzazione pubblica.

Da un lato la qualificazione di una Riserva della biosfera si basa sul processo di integrazione da parte della regione dell’uso sostenibile delle risorse naturali; d’altro lato è definita anche da considerazioni scientifiche e dalla conoscenza tradizionale. La signora Azoulay continua:

“Le Riserve della biosfera facilitano la condivisione delle conoscenze,  promuovono l’interazione tra scienza e società e aiutano a migliorare  concretamente la vita delle popolazioni locali”.

Sono trascorsi quasi sessant’anni da quando la dottoressa Goodall ha iniziato il suo studio pionieristico sugli scimpanzé selvatici del Parco nazionale Gombe Stream, una ricerca che continua ancora oggi. Questa ricerca ci ha insegnato tanto sul nostro parente più prossimo nel regno animale, così come sull’habitat su cui fa affidamento e su altre specie che vivono a fianco degli scimpanzé nelle fitte foreste di Gombe.   La ricerca continua attraverso generazioni di scienziati che hanno seguito le orme della dottoressa Goodall contribuendo con informazioni che hanno portato alla designazione di Gombe come riserva della biosfera.

Sviluppatosi dalla ricerca della Dottoressa Goodall, l’approccio di ricerca scientifica dell’Istituto ha anche svolto un ruolo importante nel fornire dati utili alla conservazione delle specie e allo sviluppo sostenibile nella regione. Le comunità e le loro organizzazioni non governative sono state in grado di guidare e migliorare gli sforzi per la conservazione attraverso la gestione del territorio associata alle conoscenze tradizionali dei leader della comunità, immagini satellitari ad alta risoluzione e monitoraggio di controllo delle foreste da parte delle stesse comunità.

Riguardo alle ulteriori opportunità che la nuova qualifica fornirà alla regione, al suo habitat e alla biodiversità, Dr. Goodall ha continuato:

   “Spero anche che saremo in grado di introdurre in tutte le scuole della Riserva il programma ambientale e umanitario per i giovani, Roots & Shoots (radici e germogli), promosso dal Jane Goodall Institute. Congratulazioni a tutti coloro che hanno lavorato così scrupolosamente per trasformare questo sogno in realtà. “

Ogni anno, il Programma UNESCO sull’ Uomo e la biosfera aggiunge nuovi siti.   Il Board del Jane Goodall Institute e la rete dei suoi istituti sono molto grati all’UNESCO e al governo della Tanzania per questo importante riconoscimento di Riserva della Biosfera al Gombe Masito Ugalla e sono lieti di continuare a sostenere  gli sforzi per proteggere questo importante ecosistema e le specie che lo abitano. Per ulteriori informazioni su questa nuova Riserva della biosfera riconosciuta a Gombe Masito Ugalla, visitare https://en.unesco.org/biosphere-reserves/tanzania/gombe-masito-ugalla.