Roots&Shoots Italia: il Gruppo Ambiente Mamiani racconta l'impegno

Roots&Shoots Italia: il Gruppo Ambiente Mamiani racconta l’impegno
25 Maggio 2021 Redazione

Siamo felici di condividere il bellissimo lavoro di Jacopo Boemio, Jada Deidda, Vasco Nonni e Franco Pisani, ragazzi della 3°G del Gruppo Ambiente del Liceo Mamiani di Roma, impegnati per tutto l’anno scolastico nel progetto Roots&Shoots “17 Piani con vista.

In questo splendido articolo i ragazzi diventano giornalisti, raccontando il loro personale impegno per avere un impatto “positivo” sull’ambiente.

Un mondo migliore

Ho sempre pensato che, nonostante il problema dell’inquinamento stia diventando sempre più virale e preso in considerazione soprattutto da noi giovani, con alcuni piccoli gesti possiamo mettere in seria difficoltà il nostro pianeta senza rendercene minimamente conto.

Magari, mentre stiamo in giro con gli amici, lanciamo per terra un mozzicone di sigaretta pensando: “Ma che sarà mai…” ma purtroppo spesso pensiamo male. Un recente studio ha scoperto che i mozziconi di sigarette condizionano la crescita delle piante e impattano molto anche sulle specie viventi che popolano gli oceani, visto che la maggior parte vengono gettate nei corsi d’acqua, per poi finire nell’oceano.

Se sommiamo questo nostro gesto apparentemente innocuo a quello che viene compiuto da milioni di persone ogni giorno in ogni parte del mondo, la situazione diventa piuttosto seria.

L’unico modo per risolvere questo problema, che cambierà in maniera irreversibile la qualità della vita della nostra generazione ma soprattutto delle generazioni a venire, è partire, ognuno di noi, da piccoli gesti quotidiani.

Io, personalmente, una cosa che faccio spesso è ricaricare i miei dispositivi sfruttando l’energia solare nelle giornate particolarmente soleggiate, oppure stare qualche minuto in meno sotto la doccia spegnendo l’acqua mentre m’insapono. Certe volte non me ne accorgo nemmeno eppure il nostro pianeta è uno scaldabagno comune: per riscaldare l’acqua può consumare fino a 1500W, prodotti per la maggior parte da centrali a carbone ma anche dall’energia utilizzata per ricaricare i nostri dispositivi elettronici.

Data l’importanza di questo enorme problema ambientale, nel 1970 è stata istituita la “Giornata mondiale della Terra” volta a celebrare l’ambiente e la salvaguardia del nostro pianeta ogni 22 aprile, circa un mese dopo l’equinozio di primavera. Ad oggi, grazie al crescente interesse per la manifestazione, la Giornata Mondiale della Terra è diventata la “Settimana mondiale della Terra“: infatti numerose comunità celebrano un’intera settimana con attività incentrate sulle tematiche ambientali.

Attualmente ‘Earth Day Italia’ è considerato uno dei migliori comitati organizzativi, tant’è che nel 2015 l’organizzazione italiana è divenuta sede europea del network internazionale. Il 22 Aprile 2021 si sono tenute le celebrazioni italiane per la cinquantunesima ‘Giornata mondiale della Terra’ , quest’anno le celebrazioni si sono tenute sulla piattaforma di ‘Rai Play’ con la seconda edizione di ‘#OnePeopleOnePlanet’, la Maratona Multimediale prodotta da ‘Earth Day Italia’ , un intreccio di testimonianze da tutto il mondo.