Per il tuo 5x1000... IL NOSTRO CODICE FISCALE: 93051410756

Primi raccolti 2019 in arrivo dagli Orti Pia Pera a Sanganigwa

Primi raccolti 2019 in arrivo dagli Orti Pia Pera a Sanganigwa
12 Giugno 2019 Redazione

Patate, fagioli, girasoli: con l’arrivo della giusta stagione gli orti Pia Pera di Sanganigwa tornano a produrre a pieno ritmo, e manca poco perchè sia tempo di raccolto. Il percorso verso l’autonomia continua con successo.

Ancora poco e sarà il tempo di un abbondante raccolto, che in parte sarà fonte di cibo per i bambini e gli operatori di Sanganigwa e parte sarà venduto al vicino mercato e ad alcuni alberghi della zona: prodotti freschi, coltivati in loco, sani perché coltivati secondo i dettami dell’agricoltura biologica.

E questo grazie al Progetto Orti per l’Autonomia, avviato nel 2013 dal JGI Italia ed ottimizzato negli anni successivi con l’aumento del terreno coltivabile, la costruzione di un semenzaio, l’introduzione di un sistema di cisterne sotterranee per la raccolta delle acque piovane e implementazione di un sistema di irrigazione a goccia per assicurare il giusto apporto di acqua, una risorsa preziosa in queste zone.

Tutto ciò è stato possibile grazie al sostegno di tutti voi che ci aiutate e ci credete con noi. Un pensiero particolare va a Pia Pera, scrittrice, saggista e traduttrice italiana scomparsa nel 2016. Appassionata di giardinaggio – per lei la terra, gli alberi, gli orti, i giardini, sono sempre stati fonte di vita e di serenità – ha fortemente creduto in Sanganigwa partecipando concretamente fin dall’inizio del progetto per dar vita agli orti e per realizzare le cisterne per l’acqua piovana.

Vogliamo ricordare anche l’importante contributo della Fondazione Yves Rocher che, con l’assegnazione del Premio nazionale Terre de Fammes 2016-2017 a Daniela De Donno, ha permesso la costruzione del semenzaio e il completamento del sistema di irrigazione a goccia.

Un ringraziamento particolare anche a Elisabetta Branca, il nostro agronomo che ha seguito e segue il Progetto Orti, dando il suo fondamentale contributo anche alla pianificazione a lungo termine delle colture più adatte.