Per il tuo 5x1000... IL NOSTRO CODICE FISCALE: 93051410756

L’Ibis Eremita avvistato a Cittareale è un maschio di nome Raia

L’Ibis Eremita avvistato a Cittareale è un maschio di nome Raia
17 Settembre 2019 Redazione

Il dottor Johannes Fritz, General Project Manager del progetto di Waldrappteam Life+ per la reintroduzione in Europa dell’Ibis Eremita, ci fa sapere che l’ibis (Geronticus eremita) avvistato da Paolo Fegatelli a Cittareale è Raia, un maschio subadulto di due anni, il cui numero di anello identificativo è 194.

Raia è nato e allevato dai suoi genitori al Campo di nidificazione presso il Castello di Burghausen in Bavaria, uno dei siti di attuazione del progetto Ibis eremita. Dal 2007 si sono svolte ben cinque migrazioni guidate dall’uomo, per guidare i giovani ibis eremita allevati a mano da Burghausen, circumnavigando le Alpi, fino all’area di svernamento in Toscana.  Il 28 giugno 2011, il primo Ibis eremita è tornado autonomamente dalla Toscana a Burghausen; si trattava della femmina Goja. Da quel momento i nostri ibis migrano ogni anno dalla Baviera all’Italia e viceversa.

All’inizio di aprile, i primi ibis arrivano a Burghausen e subito iniziano i corteggiamenti e la riproduzione. I giovani si involano verso la metà di maggio, mentre gli altri lasciano l’area di nidificazione all’inizio di Agosto. Spesso rimangono a nord delle Alpi per diverse settimane per alimentarsi sui campi di fieno ricchi di prede. A settembre inizia la vera migrazione; I giovani si uniscono agli ibis adulti e li seguono imparando la rotta verso l’area di svernamento italiana, da cui ripartiranno la primavera successiva.

Il percorso degli Ibis e di Ravapuò essere seguito attraverso la applicazione mobile App Animal Tracker.

Quale privilegio poter finalmente rivedere nei nostri cieli, fuori dalle aree protette una specie così rara!