Forse non sapete… 10 cose che mangiano gli scimpanzé

Forse non sapete… 10 cose che mangiano gli scimpanzé
8 Maggio 2020 Redazione

Gli scimpanzé sono onnivori, vale a dire si nutrono sia di sostanze vegetali che di sostanze animali.

Infatti, Jane Goodall è stata la prima persona a osservare che gli scimpanzé mangiano altri animali. Ciò accadde quando nella foresta di Gombe li vide usare dei rametti, propriamente raccolti e adattati, per estrarre le termiti dai nidi e quando li osservò riunirsi per andare a caccia di animali più piccoli come le scimmie e i maialetti selvatici.  Fino ad allora si era creduto che gli scimpanzé fossero erbivori, come la maggior parte dei primati.

Mentre la maggior parte della dieta di uno scimpanzé è composta di frutta, semi, noci, foglie, fiori e insetti, essi possono essere sorprendentemente creativi con l’uso di strumenti e nel procurarsi fonti medicinali – e ricreative – di cibo. Dani Sarasus, del JGI Canada, ci racconta 10 cose che gli scimpanzè mangiano, che forse non sapete.

10. Fichi

Oltre ad essere nutrienti e deliziosi, i fichi costituiscono quasi metà della dieta di uno scimpanzé, fornendo un’eccellente fonte di energia.

9. Frutta

Gli scimpanzé mangiano una grande varietà di frutta compresi il mango, le banane, le angurie e le mele. Tuttavia a differenza degli umani gli scimpanzé non possono importare frutta fuori stagione nella regione in cui vivono…. 😉

8. Noci e semi

Il tipo di noce più comune di cui gli scimpanzé si nutrono è la noce della palma da olio. Si sa però che essi si nutrono anche delle noci di Cola e Panda oleosa. E’ facile sapere se uno scimpanzé sta mangiando noci di Cola o Panda, le bucce sono così dure che possono romperle solo usando una pietra dura.

7. Fiori e foglie

Quando non c’è abbastanza frutta, gli scimpanzé mangiano vari tipi di foglie, fiori, corteccia d’alberi e semi. Bisogna dire tuttavia che preferiscono la frutta!

6. Insetti

Gli insetti (formiche e termiti) costituiscono circa il 4% della dieta di uno scimpanzé selvatico. Infatti, una delle scoperte più importanti della Dr.ssa Goodall è avvenuta osservando gli scimpanzé mentre si nutrivano di termiti. Nel 1960, nel Parco Nazionale di Gombe, in Tanzania, Jane ha osservato due scimpanzé che usavano piccoli rametti come strumenti per tirar fuori le termiti dal loro termitaio di terra. Le hanno poi mangiate ad una ad una infilandole in bocca come se le prendessero da uno spiedino.

5. Miele

Gli scimpanzé adorano il miele e hanno sviluppato modi complicati per poterselo procurare, usando bastoncelli da intingere nei nidi oppure per aprirli. Ma se poi si ha una gran voglia di miele, si può sempre aprire un alveare con un grande bastone.

4. Carne e uova

Una delle prime scoperte, tra le più notevoli fatte da Jane Goodall, è stata che gli scimpanzé cacciano e mangiano carne. Prima si credeva che gli scimpanzé fossero vegetariani. Tuttavia la carne e altri prodotti di origine animale costituiscono il 6% della dieta di uno scimpanzé. E’ interessante notare che di solito gli scimpanzé che hanno avuto successo nella caccia dividono una parte della cacciagione con altri membri del gruppo in risposta a una varietà di comportamenti di richiesta. Condivisione, ricordiamolo! Gli scimpanzé non disdegnano le uova di uccello.

3. Vino di palma

Scienziati della Guinea hanno osservato di recente degli scimpanzé bere vino di palma, creando con foglie dei recipienti per bere. Le piante di Raphia farinifera che crescono intorno a Bossou, Guinea, contengono zuccheri naturali che fermentano rapidamente nel caldo tropicale, creando una bevanda dolce, leggermente alcolica che sembra essere amata sia dagli umani sia dagli scimpanzé.

2. Piante Medicinali

Gli scimpanzé per istinto conoscono il valore curativo di varie piante. Nel Gombe Stream National Park, si è scoperto che gli scimpanzé mangiano l’Aspilia mossambicensis – una pianta che li aiuta a liberare il loro sistema digestivo dai parassiti. Si sono anche osservati degli scimpanzé mangiare la terra (che contiene minerali anti-malaria), corteccia di olmo (che combatte le infezioni batteriche), steli di fiori di cordia (che riducono il rischio di tubercolosi) e fichi immaturi (che hanno proprietà vermifughe).

1. Latte

Nel Santuario JGI per la riabilitazione degli scimpanzé  Tchimpounga nella Repubblica del Congo, i neonati di scimpanzé sono nutriti con un latte in polvere speciale fino a quando sono pronti a mangiare cibo solido. I neonati di scimpanzé in condizioni naturali sono allattati per almeno cinque anni dalla madre e stanno con lei anche più lungo, imparando a prendersi cura dei fratellini più piccoli, apprendendo i pericoli dai quali proteggersi e gli alimenti più adatti. Gli scimpanzé che rimangono orfani spesso sono malnutriti e hanno bisogno di essere nutriti e curati urgentemente. Nei centri di riabilitazione del JGI in Congo come in Sud Africa, a cui le autorità locali affidano gli scimpanzé vittime del bracconaggio e traffico illegale, gli operatori si occupano dei piccoli costantemente.